Torna alla home page
Scrivi al Torcoliere
Cookie
 
Clicca per ingrandire
Giuseppe Tagliente, Paolo Calvano
Ernesto Cordella
L’uomo, il soldato, l’esploratore
2001, cm 17x24, pp.144, 102 ill.b/n.
€uro 13
ISBN 88-87315-08-6

La figura di Ernesto Cordella – che in qualche modo richiama quella di Bruce Chatwin e della sua «anatomia dell’irrequie-tezza» – non poteva non destare interesse e curiosità. Anche se la sua personalità risulta ispirata da ben altre motivazioni e da altri ideali, legati per lo più al diverso contesto storico in cui visse,la sua manifesta, prorompente inquietudine, l’insod-disfazione, la voglia di avventura, di uscire dalle moenia di una società normale che si può solo accettare senza mai poterla conformare ai propri desideri, sono di una tale modernità – anzi, attualità – che hanno spinto gli autori a studiare questo personaggio.Un uomo di cui s’è molto parlato in forma giornalistica negli anni successivi alla sua prematura morte in Congo, ma del quale sono ignote le vicende storiche ed umane ed il grande contributo che seppe dare alla scoperta del continente africano, nei cui confronti si pose con un senso di rispetto e d’amore e non con l’animus del conquistatore.